#StolenMemory - gli oggetti requisiti nei campi di concentramento

visitabile la prima domenica del mese orario 10-13 e 15-19
 sede ex Sinagoga - via G. Rovighi, 57 Carpi

ingresso gratuito, senza prenotazione

Mostra a cura di Arolsen Archives - International Center on Nazi Persecution
Traduzione in italiano a cura degli studenti dell'Università Ca' Foscari di Venezia


Presso gli Archivi Arolsen, con sede a Bad Arolsen in Germania, sono conservati circa 3000 effetti personali ritrovati nei campi di concentramento: oggetti della vita quotidiana, orologi da taschino e da polso, anelli, portafogli, foto di famiglia. Questi oggetti appartenevano a persone provenienti da oltre 30 paesi - soprattutto dalla Polonia e dai paesi dell’ex Unione Sovietica. Nel 2016 gli Archivi di Arolsen hanno lanciato una campagna per restituire queste memorie rubate al maggior numero di famiglie possibile.
La mostra #StolenMemory, è una mostra fotografica degli oggetti custoditi in questo importante archivio. Gli oggetti fotografati provengono dal campo di concentramento di Neuengamme vicino ad Amburgo, e dal campo di Dachau. Sono oggetti che le vittime avevano con sé al momento del loro arresto da parte dei nazisti. Il loro valore nella ricostruzione della memoria familiare è incommensurabile. Spesso sono le ultime tracce rimaste delle vittime dell’olocausto, ma sono importanti anche per i parenti dei sopravvissuti, specialmente per i parenti di coloro che non sono stati in grado di parlare delle loro esperienze nei campi di concentramento o non desideravano farlo.
La versione italiana della mostra è arricchita da tre pannelli dedicati ai campi di concentramento e ai luoghi per l’internamento in Italia, realizzati dagli studenti di Ca' Foscari coadiuvati da alcuni studenti dell'Istituto Benedetti-Tommaseo.

Per info | tel. 059 688272 | e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. | www.fondazionefossoli.org

 

Dal 1 maggio al 15 giugno per l’accesso ai musei è raccomandato l’utilizzo della mascherina.